La compagnia dell’inedito

compagnia dell'inedito - edutainment teatrale

 La compagnia dell’Inedito è il cuore pulsante del progetto. È composta da attori e formatori professionisti specializzati nell’arte dell’improvvisazione teatrale e nel teatro educativo. La professionalità, il talento e la passione dei componenti della Compagnia, permettono di applicare le dinamiche del Teatro di Edutainment in contesti e situazioni differenti. 

DAL VIVO

I prossimi eventi

23 giugno 2022 - L'Inedito di William Shakespeare ad Acquasparta

ore 22.00
L’INEDITO di William Shakespeare
Lezione spettacolo sulla vita e le opere del Bardo messa in scena dalla Compagnia dell’Inedito.

Festa del Rinascimento di Acquasparta (TR)

dal 13/05/2022 al 15/05/2022 - "SHAKESPEARE EXPERIENCE" a Napoli

VENERDÌ 13 MAGGIO

ore 10:30
L’INEDITO di William Shakespeare
spettacolo di Improvvisazione Teatrale
di Quinta di Copertina
presso FOQUS Fondazione Quartieri Spagnoli
via Portacarrese a Montecalvario, 69

ore 21:00
L’INEDITO di William Shakespeare
spettacolo di Improvvisazione Teatrale
di Quinta di Copertina
presso TIN Teatro Instabile Napoli “Michele Del Grosso”
via Fico Purgatorio ad Arco, 38

DOMENICA 15 MAGGIO

ore 19:00
A SINGOLAR TENZONE
spettacolo di Improvvisazione Teatrale
di Coffee Brecht
presso TIN Teatro Instabile Napoli “Michele Del Grosso”
via Fico Purgatorio ad Arco, 38

INGRESSO
Ingresso: 10,00€
Promo 2 Spettacoli: 15,00€

INFO E PRENOTAZIONI
t: 388.736.8422
@: info@coffeebrecht.it

22/04/2022 - "L'INEDITO DI WILLIAM SHAKESPEARE" al Teatro Ponchielli di Latina

L’INEDITO DI WILLIAM SHAKESPEARE
con Deborah Fedrigucci, Claudia Gafà, Fabio Magnani, Giorgio Rosa

Dove: Teatro Ponchielli (Via Amilcare Ponchielli, 6 – Latina)
Quando22 Marzo ore 21:00 

Quanto: 10 euro | ridotto* 6 euro

**insegnanti, ragazzi e ragazze sotto i 16 anni, uomini e donne sopra i 65 anni, soci Nova Urbs

Per prenotare

23/04/2022 - "L'INEDITO DI WILLIAM SHAKESPEARE" a Barco Teatro (Padova)

L’INEDITO DI WILLIAM SHAKESPEARE
con Claudia Gafà, Deborah Fedrigucci, Fabio Magnani, Giorgio Rosa

musiche dal vivo di Laura Ascione / regia luci di Paolo Facco

in collaborazione con CambiScena Improvvisazione Teatrale
una produzione Mestieri del Palco

CENA + SPETTACOLO 
Lo spettacolo è preceduto da una cena a tema servita nello spazio del teatro e preparata dalla chef del Barco Teatro. È possibile partecipare alla cena + spettacolo o al solo spettacolo.

Dove: Barco Teatro (via Orto Botanico, 12 – Padova)
Quando: Inizio cena ore 19:30 / inizio spettacolo ore 21:30
Quanto: Cena + spettacolo 40€ / Solo spettacolo 15€

Info e prenotazioni su www.barcoteatro.it e scrivendo a biglietteria@barcoteatro.it

Il debutto della Compagnia dell’Inedito è segnato dalla prima messa in scena dello spettacolo “L’Inedito di William Shakespeare”, nell’estate del 2014, in occasione dell’Improteatro Festival di Napoli. Il Festival fu l’ispirazione per un gruppo di attori specializzati in teatro d’improvvisazione e teatro educativo, provenienti da tutta Italia, di formarsi sulle tecniche e sui meccanismi propri del teatro shakespeariano grazie al supporto tecnico del londinese Sean McCann e alla consulenza registica di Stefano De Luca.

Oltre ad essere protagonisti degli spettacoli live e della maggior parte dei contenuti e spettacoli esclusivi del nostro canale video, i componendi della Compagnia dell’Inedito propongono in tutta Italia stage, workshop, laboratori e Lab & Play per studenti di scuola primarie e secondaria di secondo grado e per allievi di teatro di improvvisazione. 

comapagnia-inedito-edutainment-teatrale
compagnia-dell-inedito-edutainment-teatro

I professionisti della compagnia lavorano in costante aggiornamento e studio per continuare a praticare e diffondere la cultura teatrale in tutte le sue forme e metodologie, sempre alla ricerca di nuovi modi di fare teatro, arte, divulgazione e incontro. Ogni performance della compagnia si presta ad essere facilmente adattata ad un pubblico scolastico poiché unisce intrattenimento e materiale di studio: un’occasione di apprendimento vissuto come divertimento. In due parole: edutainment teatrale.

LO SPETTACOLO 

“L’Inedito di William Shakespeare”

lezione-spettacolo di improvvisazione teatrale ed edutainment

compagnia-dell-inedito-quinta-di-copertina-teatro-edutainment

Una lezione spettacolo sul teatro di William Shakespeare che attraverso frammenti di scene, sketch brillanti e giochi teatrali caratterizzati da un importante coinvolgimento di spettatori e spettatrici di tutte le età, accompagna il pubblico fino alla messa in scena di una commedia Shakespeariana completamente improvvisata, un’esperienza unica e irripetibile in uno spettacolo di edutainment teatrale indimenticabile.

L’Inedito di William Shakespeare” è l’unico spettacolo in Italia capace di raccontare vita e opere di William Shakespeare in maniera divertente e coinvolgente, oltre a mettere in scena, grazie all’improvvisazione teatrale, una pièce ogni volta diversa che presenta, per stile, dinamiche e tematiche, le atmosfere delle opere Shakespeariane.

Nella prima parte dello spettacolo, prettamente divulgativa, gli attori assolvono il compito esplicativo e didattico in maniera tutt’altro che didascalica, fornendo spunti di studio e riflessioni sul contesto storico, la vita e le opere di William Shakespeare, i temi trattati nei testi, il linguaggio utilizzato, i personaggi rappresentati.

compagnia-inedito-teatro-ragazzi-quinta-di-copertina
compagnia-inedito-teatro-ragazzi-edutainment

Nella seconda parte, invece, la compagnia porta in scena il sapore e i colori di una rappresentazione shakespeariana senza avere a disposizione un copione o un canovaccio, ma utilizzando l’improvvisazione teatrale come materia prima della messa in scena utilizzando strutture narrative, temi e archetipi ricorrenti nelle opere di William Shakespeare.

IL WORKSHOP

“Come Shakespeare”

moduli didattici per il teatro

compagnia dell'inedito - teatro di edutainment

Bietta: È scritta la parte del leone? E l’hai con te? Ti prego di darmela, se mai, perché ci metto molto a imparare.
Zeppa: La puoi improvvisare, perché si tratta solo di ruggire. 
(Sogno di una notte di mezza estate – atto I, scena II)

L’improvvisazione e il teatro shakespeariano hanno molto più in comune di quello che possiamo immaginare: trame, personaggi, relazioni, situazioni e divertimento, sì, divertimento!!!

L’obiettivo è quello di rievocare concretamente il sapore e il colore di uno “stile” shakespeariano evitando il più possibile leziose parodie e provando (senza presunzione, solo ammirazione!) ad improvvisare “Come Shakespeare”.

Il laboratorio è composto da 4 moduli didattici che possono essere fruiti come pillole separate sui differenti aspetti dello stile shakespeariano adattato all’improvvisazione oppure riuniti in un percorso didattico più articolato e completo.

WILLS FOLKS (il personaggio shakespeariano)

“Il pazzo, l’amante e il poeta non sono composti che di fantasia”
Sogno di una notte di mezza estate (Teseo – atto V, scena I)

Quali sono i personaggi delle opere di Shakespeare? Come possiamo trovarli e farli nostri? Come possiamo dare loro vita?
Il laboratorio partirà da un training fisico, al fine di rendere disponibile il corpo alla trasformazione. Indagheremo su quali siano i personaggi nelle opere del Bardo, proveremo a dividerli in diverse categorie, cercando la loro postura, il loro ritmo, il loro respiro e le loro
emozioni. Capiremo quali sono i motori che li muovono fisicamente nello spazio e nelle loro rispettive azioni, le relazioni che li uniscono e che alimentano le dinamiche delle storie.

Nelle 37 opere teatrali di William Shakespeare c’è un archivio di personaggi davvero infinito, potremo giocare a interpretare qualcuno che già ci assomiglia oppure un carattere a noi opposto. Analizzeremo il concetto dei 4 fluidi umorali, che secondo il pensiero medievale, condizionano il carattere di tutti i personaggi: come parlano, come pensano e come agiscono. Se le trame di Will sono intricati alberi, i suoi personaggi sono le foglie della verde chioma. E tu? Chi vorresti essere?

IL LINGUAGGIO SHAKESPEARIANO (il linguaggio e le figure retoriche)

“Accordate il gesto alle parole, la parola al gesto, avendo cura di non superare la modestia della natura”
Amleto (Amleto – atto III, scena II)

Tante sono le opere di Shakespeare e altrettante sono le parole, le frasi che combinate nei modi più diversi creano monologhi, dialoghi e storie davvero indimenticabili. È un linguaggio molto descrittivo, ricco di figure retoriche (metafore, similitudini, kennings..), di parole inventate, insomma così pieno di artifici che pensare di riprodurlo in scena, un po’ spaventa. Proprio per questo lo analizzeremo insieme per scoprire come poter improvvisare in stile shakespeariano usando strumenti semplici che ci aiuteranno ad entrare nell’atmosfera delle sue opere. In questo percorso affronteremo il linguaggio da un punto di vista meno criptico e più divertente: giocando con parole, un po’ come faceva lui, così da poterci allenare a parlare come personaggi appena usciti dalla penna di Sir William Shakespeare.

DAL TESTO ALLA SCENA (i temi e le strutture)

“Ma perdonate, pubblico cortese, la scarsa, incerta ispirazione di chi ebbe l’ardire, su questa indegna impalcatura, di portare in scena sì epica vicenda” Enrico V (Coro – prologo)

Di cosa trattano le opere di Shakespeare? I temi shakespeariani sono tanti e diversi tra loro, nelle commedie, nelle tragedie e nei drammi storici, argomenti così grandi e inarrivabili e comunque così vicini e reali: l’amore, la morte, la gelosia, il sesso, il potere, ecc. Nelle sue opere l’autore trova soluzioni e punti di vista sempre interessanti per trattarli attraverso dialoghi, soliloqui e monologhi…e così, ispirandoci a strutture narrative, giochi teatrali e tecniche drammaturgiche che troviamo nero su bianco nelle sue opere, da improvvisatori, possiamo farci ispirare e trovare il nostro personalissimo modo di portarli in scena per rievocare concretamente il sapore e il colore di uno “stile” shakespeariano.

STAGING SHAKESPEARE (la messa in scena)

“Tutto il mondo è un palcoscenico, donne e uomini sono solo attori che entrano ed escono dalla scena” Come vi piace – (Jacques – atto II, scena VII)

In questa ultima parte della nostra full immersion nel mondo del grande Bardo, sintetizzeremo in modo organico quello che abbiamo appreso nei moduli precedenti, concentrandoci sulla messa in scena. Il palcoscenico in età Elisabettiana era uno spazio vuoto, con il pubblico posto su tre lati. Un pubblico rumoroso, partecipativo, a volte ostile, che doveva essere catturato e conquistato. Indispensabile per gli attori shakespeariani era dunque il rapporto con lo spazio scenico, con il partner e naturalmente con l’audience. La relazione con questi tre elementi oggi, come allora, ha un’importanza fondamentale per un performer. Uno sguardo del partner, un elemento disposto sul palcoscenico, una suggestione che viene dal pubblico, cambia radicalmente la scena e quindi il mondo. Citando Amleto: “Essere pronti è tutto.”

IL CAST

“La Compagnia dell’Inedito”

Mariadele Attanasio

Mariadele Attanasio

Inizia a studiare teatro giovanissima. Approfondisce lo studio dell’improvvisazione teatrale frequentando la “Scuola Nazionale di Improvvisazione Teatrale” e la “Scuola Europea per l’arte dell’attore” di Pisa dove studia commedia dell’arte, canto e biomeccanica con docenti dell’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica Silvio D’Amico. È docente di improvvisazione teatrale certificata SNIT (n. A008), attrice e improvvisatrice in Italia e all’estero, partecipa a numerosi festival internazionali- È organizzatrice, regista, animatrice, presentatrice e attrice in progetti di edutainment in musei, scuole del territorio nazionale.

Deborah Fedrigucci

Deborah Fedrigucci

Dopo dieci anni di studio della danza, nel 2001 inizia la sua formazione nel teatro d’improvvisazione con insegnanti italiani ed internazionali. Frequenta l’accademia Triennale per Attori “Scuola delle Arti” di Pino Quartullo. Nella sua carriera da attrice conta esperienze di teatro classico e moderno, danza, musical e partecipazioni a programmi tv e pubblicità. È docente di improvvisazione teatrale certificata SNIT (n. A016). Lavora come docente e regista in laboratori teatrali e corsi di improvvisazione per ragazzi e adulti in strutture scolastiche, università e scuole di teatro. Si occupa di edutainment e teatro d’impresa.

Claudia Gafà

Claudia Gafà

Laureata al DAMS, inizia la sua formazione teatrale nel 2003. Frequenta la “Scuola per attori Bel Teatro”, la “Scuola Nazionale di Improvvisazione Teatrale” e l’”Accademia Teatrale Veneta” oltre a diversi corsi e master di approfondimento con docenti nazionali ed internazionali. Lavora come attrice, regista, animatrice, presentatrice, docente, formatrice aziendale e organizzatrice teatrale. Recita in spettacoli di prosa, spettacoli di edutainment e teatro d’improvvisazione, si occupa inoltre dell’ideazione e realizzazione di progetti artistici e formativi dedicati a docenti e allievi, scuole, università e istituti culturali.

Fabio Magnani

Fabio Magnani

Si avvicina al teatro all’età di quattordici anni grazie alla compagnia “Alcantara” con la quale ancora collabora. Frequenta e si diploma all’accademia “Alessandra Galante Garrone” di Bologna. Collabora con diversi registi e attori di caratura internazionale in Italia e all’estero. Attore di teatro di strada, danzatore, improvvisatore, interprete, mimo, giocoliere, clown. Lavora come docente, attore e regista teatrale portando in scena testi shakespeariani, realizzando e coordinando percorsi teatrali e psicosociali e in qualità di formatore di teatro di improvvisazione, clown e tecniche attorali per adolescenti e adulti.

Renato Preziuso

Renato Preziuso

Si forma presso il “Laboratorio Stabile Teatrale di Torrita” e il percorso professionale “Teoria, Tecnica e pratica dell’arte dell’improvvisazione” riconosciuto dall’Unione Europea. È attore, interprete, presentatore, organizzatore, improvvisatore. Partecipa a numerosi festival in Italia e all’estero. È docente certificato SNIT (n. A007), formatore teatrale e aziendale. Lavora come regista di compagnie teatrali. È docente di teatro presso diversi Istituti scolastici, realizza allestimenti e regie di progetti e spettacoli di edutainment con all’attivo numerose attività per musei, istituzioni culturali, biblioteche e scuole.

Giorgio Rosa

Giorgio Rosa

Deve la sua formazione teatrale a diversi attori e docenti nazionali ed internazionali. Lavora con le principali scuole di formazione di teatro d’improvvisazione e insegna in raduni e festival. Formatore senior di teatro d’impresa e storytelling, collabora con le maggiori aziende nazionali. Docente certificato SNIT (n. A014), improvvisatore, attore, autore, regista. Partecipa a rassegne di teatro d’improvvisazione in collaborazione con svariate compagnie del settore. Ideatore e direttore artistico dell’Improteatro Festival e co-fondatore e presidente della cooperativa di servizi per lo spettacolo “Mestieri del Palco”.

compagnia dell'inedito - edutainment teatrale
Carrello
  • Non ci sono prodotti nel carrello